preload
28 nov 2009  |  2.140 Commenti

Video: Femminismo; ideologia sessista

Di seguito  il secondo video che abbiamo realizzato.


2.140 Commenti

ARMANDO 10:24 pm - 22nd giugno:

Il problema col materno, a mio avviso, esiste in natura 1) perchè tutti siamo stati nove mesi nel corpo materno, che ci ha nutrito, protetto ecc. 2)perchè anche nei primi tempi della vita siamo stati, normalmente, in simbiosi con la madre. Di per sè questo non è un guaio, è la norma “necessaria”. Il problema nasce quando non si riesce a rompere quella simbiosi, che nel tempo da salvifica diviene mortifera. E per questa rottura, necessaria per il figlo maschio ma in termini e modalità diverse anche per la filgia femmina, entra in gioco il padre. Non ho difficiltà ad ammettere che in tal senso quello paterno è un ruolo eminentemente culturale (non solo culturale perchè esiste una interazione corporea anche col padre, ma molto meno determinante di quella colla madre). Se nella crescita del bambino e, sul piano collettivo, dell’umanità, si rimane invischiati nella simbiosi colla madre, si blocca lo sviluppo psichico. Ed ancora, se viene meno la necessità culturale di quella rottura, allora si determina una regressione psichica enorme e deleteria, come è accaduto effettivamente.
In termini generalissimi possiamo dire che il patraircato non è stato altro che l’acquisizione coscienziale della necessità di quella rottura. Ma ciò non significa svilire il materno/femminile nè confinarlo esclusivamente nella maternità. Significa “solo” limitarne la sempre latente onnipotenza. Una femminilità sana e consapevole dovrebbe riconoscere la necessità del paterno, anche per le stesse donne, così come un uomo non può non riconoscere la necessità del materno. L’esaltazione del femminile da parte maschile e il contemporaneo disprezzo di sè, significa che si è ancora invischiati con la madre, ma anche il disprezzo aprioristico del femminile ha un significato analogo, quasi che tramite di esso si volesse esorcizzare un proprio problema. Naturalmente è inutile commentare lo svilimento del maschile paterno da parte del femminismo. Si tratta della peggior manifestazione (illusoria ) di onnipotenza e autosufficienza psichica ed anche concreta. Una delle tragedie del nostro tempo è che di tutto ciò, ossia dell’interdipendenza maschile/femminile, paterno/materno, non si ha la minima consapevolezza. Da quì il sostegno alla genitorialità omosessuale (maschile e femminile), che è una evidentissima contraddizione in termini. Ciò su cui hai pienamente ragione è che questa perdita di consapevolezza, se in certo senso è “comprensibile” nelle donne perchè offre loro apparenti (ma non solo) vantaggi senza correlativa assunzione di responsabilità piena, nei maschi è totalmente e incondizionatamente incomprensibile. O meglio, è comprensibile solo e soltanto alla luce di quella mancata emanicipazione dalla figura materna di cui dicevo sopra. D’altro canto è vero anche che la non emancipazione è funzionale a questo tipo di rapporti osciali e politici, perchè mantiene l’uomo in situazione di dipendenza e quindi di manipolabilità; e quindi il potere, tutt’altro che maschile anche quando rappresentato da soggetti biologicamente maschili, favorisce in ogni modo lo statu quo.

  (Quota)  (Replica)

mauro recher 9:35 pm - 24th giugno:
Sandro D. 12:44 am - 29th giugno:

Blu:
Ad occhio mi pare esca un libro nuovo a settimana, così regolari da proporre di allegarli ai giornali. Prendiamo appunti http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif

http://www.linkiesta.it/it/article/2018/06/10/perche-zittire-le-donne-e-un-abuso-di-potere-se-lo-fa-un-uomo/38396/

————————————–

Sì, trattasi di una delle innumerevoli barzellette del XXI secolo – “partorite” al di là dell’Atlantico già nel secolo scorso -, che fanno ridere anche i sassi, che notoriamente non ridono mai.
C’è da “ridere”, perché l’esperienza quotidiana dimostra l’esatto contrario.
Eccezioni più rare dei panda a parte, di norma sono le donne ad interrompere gli uomini, nonché a deriderli e denigrarli, soprattutto in pubblico.
Il tutto con fare compiaciuto, con un atteggiamento di “superiorità intellettiva e morale”.
Atteggiamento peraltro favorito enormemente dalla diffusissima sottomissione psicologica dell’uomo medio, perennemente piegato a novanta gradi.

  (Quota)  (Replica)

mauro recher 5:42 pm - 29th giugno:
ARMANDO 11:00 am - 2nd luglio:

se parli sei un opressore, se taci anche. L’unico modo x non essere accusati di chi sa quale prepotenza, è “scusa cara, posso dire una cosa anch’io?” – “Si, certo, parla pure” – “Hai ragione tu su tutto, bravissima!”

  (Quota)  (Replica)

mauro recher 6:21 pm - 23rd luglio:
renzoni 2:16 pm - 5th agosto:
Luigi Corvaglia 6:10 pm - 8th agosto:

Dal 16 luglio facebook ci tiene costantemente bloccati (ed ha rinnovato per altri 5 gg. diablo diablo diablo )

  (Quota)  (Replica)

Lascia un commento

* Richiesto
** Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico
Markup Controls

http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif 
 

Aggiungi un'immagine