preload
02 apr 2013  |  21 Commenti

Battiato e le troie pentite

Per alcuni autorevoli opinion makers, Battiato si è macchiato di una gravissima colpa, per cui merita la cacciata ed ogni rampogna e negativo giudizio. La colpa non è quella di aver chiamato “troie” le troie, ma di averle chiamate “troie” connotando negativamente il termine “troia” (che si noti è la femmina del porco). Infatti per troiaggine, nell’accezione usata da questi autorevoli maestri ed opinion makers, si intende la  specifica attitudine relazionale di quella donna che è sì troia ma nel senso rivoluzionario e libertario ovvero che la dà con libertà, con grande gusto, serenità,  gratis o meno  non importa, al “porco” di turno. Una donna, si direbbe in termine tecnico, sessualmente pienamente risolta e realizzata; e che allieta il Mondo. Dal che giustamente ne deriva che anche il “porco” si gode con altrettanta libertà e gioia la rispettiva troiaggine della troia ed è altrettanto ascrivibile a quel mondo di sessualmente liberi eterna aspirazione nonchè programma e modello di Adamo perfetto per innumerevoli generazioni di “liberatori” dell’Umanità.

Delineato così il significato del termine di “troia” e di “porco”, utilizzare il termine “troia” come offesa e accusa  è davvero un grave errore. E così accade che Battiato da codesti opinion makers è giudicato severamente: un Torquemada in piccolo, un sessuofobico, le cui evocazioni spiritual/canore svelerebbero il loro autentico significato in una fuga spiritualista dalla carne psicoticamente temuta come fonte di contaminazione e male.

Sono anch’io convinto che il lodare troie e porci, ovvero i sessualmente liberati e risolti, è in sostanza bene e giusto, invece accusare di essere “troie” e “porci” è male e ingiusto. Finamai un errore scientifico e forse persino teologico.

Ma mi incorre la necessità di spiegare ai maschi contemporanei che così in tanti, causa il lavaggio femminista del cervello subito in questi decenni, hanno perso consapevolezza di sè, che essere “troie” e “porci”, se titolo onorifico ha da essere, come ritengono e come è,  è,  per la difficoltà ad esserlo, per la serietà nell’esserlo e per la coerenza di comportamento che ne consegue, cosa assai difficile e impegnativa.

Pertanto non tutte le troie si meritano il titolo onorifico di “troie”, nè tutti i porci quello onorifico di “porci.

Che dire infatti di quelle troie che, diventate ricche e potenti grazie ad una troiaggine di lungo corso, improvvisamente, da un giorno all’altro, cominciano a dire peste e corna in primis dei porci?

Non solo: non contente, si organizzano in armate di militanti amazzoni sedicenti ex troie e, alleate con sedicenti ex porci, fanno una guerra spietata proprio alle troie, quelle serie, e ai porci quelli seri? Insomma vergognandosi proprio di ciò che i nostri opinion makers considerano un bene ed uno status preziosissimo, si travestono in vasi di virtù, purezza e dignità muliebre da cui parlano ed operano da inquisitori, censori e repressori proprio di quanto più in profondità le connota ed in alto le ha fatte giungere, ovvero la troiaggine, nonchè l’appassionato desiderio e dedizione dei porci.

Si capisce che sto parlando delle odierne innumerevoli  troie pentite (e dei porci pentiti). Ecco volevo con affetto far memoria agli opinion makers e maestri in questione, forse anche loro immemori di antiche paterne istruzioni alla cui ipotizzata mancanza sto appunto modestamente sovvenendo con queste note, che esistono le troie serie ed onorabili ma esistono  anche le troie poco serie e non onorabili.

E che Battiato è innocente perchè col termine “troie”, usato nell’accezione negativa, voleva molto probabilmente far riferimento alle troie poco serie, senza stima nè della propria troiaggine nè dei propri porci che invece di rispettare, di nutrire per loro riconoscenza, ed amare, odiano e derubano, e denigrano, e ricattano e condannano e denunciano in quanto porci. E magari si impegnano a far diventare un crimine proprio l’essere troie serie e porci seri riservandosi, da incredibili “riverginate” poltrone, prebende e i plausi dei benpensanti. Nuove eroine della purezza un tanto alla dichiarazione.

Battiato si riferiva senz’altro a queste troie usando il termine “troia”: le troie “troie” che di questi tempi imperversano.


21 Commenti

Manolius 3:59 pm - 16th aprile:

Caro Cesare,

mi spiace profondamente che nessuno abbia commentato questa tua missiva, perche`credo che colga appieno il nocciolo del problema.
Sono perfettamente d`accordo con te e mi preme fare notare che quanto accaduto a Battiato e`centrale ed e`un problema di marketing. Io ho la fama di essere sanguigno e sbrigativo, il che dal punto di vista politico puo`essere a volte un guaio: ma saro`spiccio anche qua e vi dico come la penso riguardo al problema di Battiato. Sperando di non darvi noia.

Io credo che la questione e il problema della societa`odierna sia questo: Le donne se la tirano e in questo modo dominano i gli uomini. Punto. Credo che in fin dei conti tu lo sappia e lo sa qualunque altro maschio che si sia un minimo “svegliato” ( e quindi non creda alle eterne CALLE che vengono propagandate da secoli donne e femministe in cui si ciancia a vanvera di un inesistente dominio maschile)…
Andando magari ad approfondire la questione, io personalmente ho un punto di vista leggermente diverso, anche se sostanzialmente molto simile, da Uomini Beta e Fabrizio Marchi (io ho la presunzione di pensare che sia un po`piu`sottile, nonostante nel complesso Fabrizio sia un pensatore fine e rimarchevole): scrivevo sopra che in buona sostanza le donne tirandosela dominano gli uomini, il che e`vero quanto e`vero che esiste l`universo e a prescindere dalle opinioni di chiunque, e me ne sciacquo se qualcuno mi da del presuntuoso. Lo sono e ne vado fiero, e al diavolo i maschiopentiti e le loro “opinioni”.
Ma non e`vero solo questo, in quanto per tirarsela dovrebbe essere assodato che le femmine umane debbano avere un desiderio inferiore per qualita`e quantita` a quello maschile, quindi piu`gestibile. Questa ultima e`la tesi piu`diffusa in UB e anche (perdonami, perdonatemi) quella di Fabrizio, e secondo me non e`vera. Almeno non tout court , Se lo fosse saremmo condannati; se lo fosse sarebbe giusto e corretto che noi si venga sterminati e cancellati dal globo in quanto maschi: perche`sarebbe VERO che siamo solo scimmioni arrapati, in ultima analisi. Io credo semplicemente che le due forme di desiderio sessuale, maschile e femminile, siano equivalenti ma molto diverse, ed in questa diversita` le donne e le femministe pescano e giocano a man bassa (…segue)

  (Quota)  (Replica)

Manolius 4:14 pm - 16th aprile:

(…segue da su) Io credo, in buona sostanza, e penso tutti condividano, che il desiderio femminile oltre che “acrogamico” (le femmine desiderano solo i dominanti)
passi attraverso sensi diversi rispetto al maschio, cioe` udito e tatto piu`che vista: una donna ha bisogno di “sentire”delle gesta eroiche del maschione desiderato da tante donne, ha bisogno di sentire la sua vociona cavernosa per arraparsi, e solo poi di vedere la sua gestualita`sicura e il suo fisico virile. Questo rende la sessualita` femminile non indiretta, come dicono stupidamente in tanti, ma semplicemente meno “veloce” da far partire, oltre che da fare smettere…in una, meno immediata. Se e`meno immediata, puo`essere potente quanto vuoi, ma puoi gestirla meglio: eviti che insorga sul nascere, se non ti conviene. Da qui la demonizzazione, principalmente da parte delle donne (guarda caso), ma anche dei puritani e/o dei maschiopentiti, delle “troie” che “la danno via facilmente”. Se tutte “la dessero via”con facilita`, se cioe` acquisissero quella facilita` a perdere il controllo dei propri istinti sessuali che normalmente e`tutta maschile, il sesso femminile perderebbe valore CONTRATTUALE, ed e`ovvio che certe PAZZE devono essere avversate dalle altre. “Almeno fatti pagare”, e`il commento sotterraneo ed implicito (ma nemmano tanto, visto che e`molto facile sentirlo dire da tante ) di molte “moraliste” dell`ultima ora. Se si fanno pagare ( In contanti, in gioielli , a cottimo o con un contratto/capestro chiamato Matrimonio ) il valore commerciale del sesso femminile non scade ai livelli di quello maschile ed il dominio femminile si perpetua.(…segue)

  (Quota)  (Replica)

Manolius 4:28 pm - 16th aprile:

(…segue)
Ora, e`anche perfettamente normale che chi ha esercitato un determinato potere in una data epoca della sua vita e questo potere le ha fruttato, cerchi di sbarrare il passo alle nuove leve che potrebbero toglierle visibilita`e mercato: ed e`per questo che, a prescindere se sono state delle zoccole devastanti e a pagamento, come le nostre parlamentari, o delle puritane, tutte le donne arrivate a un certo punto insorgano contro chi sta iniziando a prostituirsi ora, e quindi le nostre care venditrici di corpo passate a mettere il culo sulla poltrona dopo averne fatto commercio se la prendono contro chi il corpo lo da`senza problemi, perche`potrebbe creare dumping, e/o potrebbe cominciare a farsi pagare; MA MEGLIO ANCORA TUONARE CONTRO I CONSUMATORI, PERCHE`ESSENDO LA PARTE PIU`DEBOLE OLTRE A FARE MASSA SONO FACILI DA COLPIRE.SONO MASCHI, NON CONTANO NULLA NONOSTANTE LA VULGATA DEL MASCHIO PADRONE, QUINDI POSSO UTILIZZARLI COME CARNE DA MACELLO, COME ESEMPIO NEGATIVO PER COLPIRE LE POTENZIALI CONCORRENTI. Un gioco antico, se pensiamo che per far fallire una azienda concorrente e`pratica comune oltre che demonizzare lei, far passare i suoi clienti per dei cretini inconsapevoli sebbene dotati di un “gran potere che non sanno di avere”(e di qui tutte le scemenze sul “consumo consapevole” e altre amenita`). Come uscire da tutto questo?

  (Quota)  (Replica)

Daniele 6:18 pm - 16th aprile:

Manolius
>>>>>>>>
Questo rende la sessualita` femminile non indiretta, come dicono stupidamente in tanti, ma semplicemente meno “veloce” da far partire,
>>>>>>>>
>>>>>>
Questa ultima e`la tesi piu`diffusa in UB e anche (perdonami, perdonatemi) quella di Fabrizio, e secondo me non e`vera. Almeno non tout court , Se lo fosse saremmo condannati
>>>>>>
Boh… una cosa che proprio mi lascia perplesso da anni, è questa ossessione maschile (rarissime eccezioni a parte, tipo alcuni utenti di UB o U3000) di voler assolutamente dimostrare che le femmine sono delle eterne arrapate, vogliosissime di cazzo dalla mattina alla sera, nonché molto più bisognose di sesso rispetto agli uomini.
Mah… comunque sia, resta sempre il “mistero” della prostituzione femminile, che non è certamente un fenomeno moderno…
Domanda: il tossico potrebbe mai ricattare il pusher?
Ovviamente no.
>>>>
http://questionemaschile.forumfree.it/?t=5806203
>>
ps: in parte sì, gli uomini sono realmente “condannati”, ma a deciderlo non è stata questa o quella cultura, bensì “madre natura”, poiché è lì che “poggia” la cultura.

  (Quota)  (Replica)

Manolius 7:00 pm - 16th aprile:

Daniele, commenti come il tuo mi fanno cadere le braccia. Il tossico puo`ricattare il pusher? Si, nel momento in cui il tossico non e`un povero coglione bavoso senza una lira ma una persona che ha molto da dare al pusher senza che se ne renda conto.
Un po`come un giovane ricco e cocainomane che puo`permettersi di dire al pusher che i suoi soldi se li puo`sognare. Gli uomini questo sono: sembra quasi si SFORZINO di essere deboli, DEVONO dimostrare di volere sesso,sesso,sesso, cosi`saranno magari deboli e ricattabili per mano femminile ma almeno, cazzo! Han dimostrato di essere dei veri maschi…come dire, meglio SCHIAVO che FROCIO, no? Poi, Daniele, chi ha scritto che le “donne sono mega arrapate?” . Mai sentito parlare, in fisica, di energia potenziale ed energia in atto? L`energia sessuale di una donna somiglia a quella termica dell`acqua, quando la scaldi ci vuole molto, in termini di Tempo ed Energia,ma poi il calore lo trattiene. Ma no, che diavolo parlo a fare, meglio blaterare della prostituzione che e`solo femminile e di drogati e pusher, per giustificare il tutto,.. invece di dover ammettere che per fregare le donne occorre studiare il loro modo di essere o non se ne esce. LORO ci studiano e ci fregano, ma lo fanno perche`possono, perche`fanno networking e perche`per consolidata abitudine siamo noi a doverci muovere per avere uno straccio di relazione; tutto questo pero`NON dimostra che loro NON hanno voglia e noi sbaviamo. Solo che per liberarci dal loro dominio dobbiamo imparare a leggerle, cosa che non facciamo per presunzione e stupido orgoglio e non , come vorrebbero lorsignore, per stupidita`. In sintesi, meglio tirarsi una sega (per annullare l`immediato ma meno resiliente bisogno di sesso maschile) e imparare il marketing (per fregare le care imbecilli nel campo in cui credono di essere meglio di noi) piuttosto che piagnucolare sul fatto che esistono le mignotte QUINDI le donne non amano il sesso…detto per inciso, poi, le qualita`che sono presenti in misura maggiore nel maschio sono difficili da apprendere (intelligenza spaziale e coordinativa, logica) mentre invece quelle presenti maggiormente nella femmina umana sono possibili da imparare (intelligenza emotiva, empatia etc.). Le possibilita`per redimersi da questo giogo ce le abbiamo tutte. Se vogliamo continuare a essere schiavi non dobbiamo fare altro che dimenticarcene e continuare a raccontarci che in fin dei conti vogliamo scopare tutti i giorni e le donne no. Certo che le donne non vogliono scopare tutti i giorni: anziche`una scopata al giorno con un partner diverso, preferiscono scopare una volta a settimana con sei maschi diversi in maniera “animalesca” e sei volte a settimana con il partner ufficiale ma in modo “romantico”. Non vi ci trovate? No, ovviamente… ci mancherebbe. Peccato funzioni proprio cosi`.

  (Quota)  (Replica)

Manolius 7:09 pm - 16th aprile:

…riassumo, in sostanza, e banalizzando, che i bastardi che IMITANO i maschi alpha e INGANNANO cosi`le donne facendo loro credere mari e monti, e le SEDUCONO e ABBANDONANO, dal mio punto di vista hanno capito TUTTO. Specie se poi magari si fanno pagare le cene e i regali. Come si arrapano le cretine quando ce le fai credere, che sei “un signore”. Ma mica c`e`bisogno di essere dei veri dominanti, basta sapere recitare…e, MIRACOLO, in questo caso non e`nemmeno questione di soldi! LI CACCIANO LORO! Molti, su diversi libri di marketing e seduzione, dicono che in fin dei conti e`necessario avere PERSONALITA`per ottenere quel che si vuole da tutti, e specie da le donne. HANNO RAGIONE. Secondo me, se imparassimo, TUTTI, anche i poveri e i cessi, ad avere personalita`, magari ci renderemo anche conto di non avere tutta questa necessita`di sesso, e che magari una bella partita di pallone e una birra con gli amici (e l`amicizia maschile e

  (Quota)  (Replica)

Leonardo 7:19 pm - 16th aprile:

Le donne vogliono renderci la vita difficile, non ce la danno vinta, di conseguenza il loro appetito sessuale è minore.
Vogliono farcela pagare per essere nati maschi: siamo condannati!

  (Quota)  (Replica)

Manolius 7:20 pm - 16th aprile:

(…) (e l`amicizia maschile e`un altro caposaldo per estirpare il dominio femminile) sono ALTRETTANTO SODDISFACENTI rispetto a una scopata. Ovviamente se cominciamo a fare tutti cosi`, stante che poer la nostra miopia il dominio femminile ormai e`instaurato, all`inizio sono sorci verdi per noi, ma poi si devono piegare…altro che violenza sulle donne. Quando le costringeremo con una resistenza passiva (e seduttiva) a mostrare la loro natura, voglio vedere cosa fanno. Avete mai notato come si inebetiscono e credono a tutto quando vi mostrate particolarmente sicuri e forti, a prescindere da soldi ? E avete mai notato come si inviperiscono e diventano feroci, sottolineo, FEROCI, dopo cche voi GIUSTAMENTE vi levate dai coglioni? Bene, provate a immaginare se lo imparassimo a fare TUTTI (o quasi.). Non potrebbero piu` andare a raccontare, sempre credute, che le avete violentate…a quel punto chi crederebbe piu` alle loro palle? Chi crederebbe piu` al mito della violenza maschile quando negli ospedali cominceranno ad arrivare migliaia di seduttori
graffiati, morsi, fucilati? Beh, io magari sono troppo cesso e povero per falo, chi lo sa. Ma da ora in avanti chiunque seduca ed abbandoni avra`il mio sostegno…politicamente parlando, sta facendo tutti i miei interessi. VIVA CASANOVA

  (Quota)  (Replica)

Manolius 7:28 pm - 16th aprile:

PS. Ultima nota. Quando dico che siamo”deboli” e “stupidamente orgogliosi” non intendo ovviamente che siamo inferiori alle donne – cosa che ovviamente a LORO fa comodo credere. Sto dicendo che siamo attualmente lor schiavi. Ma abbiamo TUTTO per non esserlo piu`, e il primo step per liberarsi e`proprio, da che mondo e`mondo, il capire che liberi NON si e`.

  (Quota)  (Replica)

Daniele 7:36 pm - 16th aprile:

Beh, caro Manolius, t’assicuro che anche commenti come i tuoi, che in trentatré anni di vita avrò ascoltato un milione di volte, fanno veramente cadere le braccia.
Tra l’altro, se c’è uno che non è “schiavo” dell’altro sesso e che non è certamente abituato a “piagnucolare”, quel qualcuno è proprio il sottoscritto, non fosse altro per il fatto che nel corso della mia vita ho avuto ben altri cazzi a cui pensare. Ma vabbè, sorvoliamo.
Detto questo, ti do qualche consiglio: parla a titolo personale, datti una calmata e cerca di atteggiarti un po’ di meno a “Grande Maestro”, che è meglio.
Per il resto chiudiamola pure qua, tanto, per esperienza, so che discutere con gli uomini non serve assolutamente a nulla. Per certi versi è peggio che ragionare con le femmine.
Buona serata.

  (Quota)  (Replica)

Roberto Micarelli 10:37 pm - 16th aprile:

“Serata trascorsa in compagnia di bambola gonfiabile e sigaretta elettronica di appagamento, sorseggiando un bacardi breeze di riserva”

Se il futuro degli uomini fosse questo, state certi che lo stato vieterebbe la sigaretta elettronica, che l’OMS direbbe che fa male ai circuiti della bambola e che qualche ONG organizzerebbe un B-DAY per la dignità violata delle bambole; Bacardi aggiungerebbe un’etichetta sul bambolicidio, contro quegli uomini che, non accettando il nuovo ruolo delle bambole, le sgonfiano e tolgono loro le pile riponendole in soffitta. Vi rimarrà solo la sigaretta elettronica in balcone e l’amicizia su facebook quando rientrate perché fa freddo.
Il desiderio maschile è criminale e tutti gli uomini scimmiottano sé stessi perché apprezzare una donna (quindi ammettere un desiderio potenziale) e dichiararlo pubblicamente, è un’offesa alla società civile. Obama docet. Lo stesso succederà con le bambole: il problema non sono le donne, sono gli uomini.

  (Quota)  (Replica)

Roberto Micarelli 10:51 pm - 16th aprile:

Nel mentre, fa tanto trendy per le donne alfa sfoggiare il toyboy e ridere su Michelle che preferisce il marito senza mutande. Le commesse le ammirano come facevano i minatori coi sultani, mentre alla radio predicano l’importanza della diversity nei cda. La guerra dei sessi è il nuovo divide et impera.

  (Quota)  (Replica)

Magister Magnus Manolius 1:37 am - 17th aprile:

Poiche`sono un Gran Maestro, come giustamente mi definisce Daniele, torno su questa terra per redimervi delle vostre eresie…
caro Daniele, io mi sono infervorato con TE e `penso di averne tutto il diritto, visto che il problema TUO e`che con il tuo post mi hai messo in bocca cose che non ho detto, cioe`che io affermo le donne essere vogliosissime etc., e se permetti se dall`alto dei tuoi lunghissimi e saggissimi 33 anni di Cristo lo fai o sei pesantemente annebbiato, e non credo, o ce fai, il che mi indispone, perche`, insomma…almeno sforzati di capire quello che scrivono gli altri, prima di replicare. Dici che mi atteggio Gran Maestro? Di quello che scrivo IO se permetti IO sono un maestro eccome…sapro`meglio di te come la penso IO, non credi? O nella geologica durata dei tuoi XXXIII anni di Cristo hai acquisito la somma capacita`di leggere il pensiero, tralaltro via internet? Parlo per me? Ci mancherebbe. Calmarmi? Fammi la cortesia… intanto dimmi se e`cosi`sbagliato quello che dico, tralascia per un attimo il fatto che non ti piaccio e prova a confutare se non e`vero che l`unica maniera di non farsi sterminare dalle donne, {che oramai, tutte, ci odiano e/o ci disprezzano, manipolate come sono dal femminismo } e` quello di pigliarle per i fondelli e boicottarle a manetta. A costo di farsi passare per le armi, ma tanto a quello ci si arriva comunque, stai tranquillo. Il nostro prossimo battibecco potrebbe avvenire in un campo di sterminio per soli maschi, caro Daniele. Hai soluzioni migliori?

  (Quota)  (Replica)

Leonardo 11:33 am - 17th aprile:

Sentiamo cosa dice Sgarbi in proposito:
……

  (Quota)  (Replica)

Magister Magnus Manolius 2:58 pm - 17th aprile:

Sgarbi, nella sua suprema coglionaggine, ha pur ragione. Ma, torno a ripetere, guarda caso mi da ragione…finche`non ci liberiamo dalla smania siamo schiavi, ma e`solo smania fine e a se`stessa, piu`che reale sessualita`.Imparare a essere come l`amico di Leopardi invece che come Leopardi, sommo poeta e misero sfigato, si puo` e si DEVE. Ed e`anche facile. Ma magari io dico questo perche`sono un asessuato od un gay occulto e non me ne rendo conto. Magari e`il mio punto di vista ad essere annebbiato. Se fosse vero che l`uomo vive per il sesso, che le sue voglie sono assolutamente e totalmente incontrollabili e che la donna ha una frazione delle voglie maschili, allora sancisco che e`vero che gli uomini sono inferiori e tutta la QM non ha nessun senso; e suggerisco a tutti quelli che scrivono qui di andare a chiedere scusa a quelle della 27ora e offrirsi di scrivere per loro.

  (Quota)  (Replica)

Leonardo 7:21 pm - 17th aprile:

Sapere le donne meno vogliose ci fa pensare che siano superiori, non è così, sono solo più stronze. Poi c’è la delusione, pensando di non essere attraenti e di non avere nessun potere su di loro. In realtà ci odiano perché ci vedono “superiori” sono sempre in cerca del confronto e pronte a non farsi fregare: quindi usano il sesso come ricatto.
D’altro canto è vera anche la smania di sesso maschile che li rende schiavi, ma non solo, l’uomo vede davvero la donna bisognosa di protezione…

  (Quota)  (Replica)

Leonardo 7:23 pm - 17th aprile:

In realtà, le donne vogliono essere superiori proprio sessualmente, sull’uomo perennemente arrapato.

  (Quota)  (Replica)

Roberto Micarelli 10:23 pm - 17th aprile:

Le donne non sono stronze in quanto donne. Gli uomini non sono assassini in quanto uomini. Chiariamo bene queste cose. Andiamo oltre.
Secondo me le donne sono burattini inconsapevoli al servizio dei poteri, per continuare a tenere in schiavitù il popolo, per privarlo di quella virilità utile a trasformare il no in ribellione. Al limite sono manovrabili, ma in questo anche gli uomini non scherzano. Del resto lo schieramento neo-femminista vede in prima linea anche molti uomini. Le donne abusano di un potere loro conferito dall’alto, così come ne abuserebbero gli uomini. Non esiste santità né criminalità connaturata nel genere di appartenenza. La criminalità sta in chi consapevolmente introduce conflittualità e divisione nella società per toglierci tutto e ridersela mentre ci scanniamo.
Rendiamoci conto, ma noi lo sappiamo, che la parità tra i sessi oggi è nella stragrande maggioranza dei casi pura demagogia, utilizzata per introdurre sempre più disparità e separatismo.

  (Quota)  (Replica)

Magister Magnus Magnolius 12:05 am - 18th aprile:

Condivido tutto. Sostanzialmente il femminismo e`solo una forma di divide et impera che la classe dominante usa per tenere divisa, fratturata l`umanita`. Proprio nel punto dove e`piu`fratturabile: uomini e donne sono 50 e 50%, e un uomo e una donna sono molto piu`differenti di quanto non siano un bianco e un nero, un italiano e un polacco, un artigiano ed un operaio. In tempi in cui la economia si basa sulla vendita e non sulla produzione si favorisce il sesso che e ` disposto per sua natura alla conservazione ed alla compravendita e si penalizza quello che potrebbe fare la rivoluzione. Un po`come quando negli allevamenti di bestie (non so se mi legge qualche contadino…) si castrano i maschi o li si ammazza molto piu`presto delle femmine.

  (Quota)  (Replica)

Torchemada 11:05 am - 24th luglio:

Il termine troia utilizzato pubblicamente non è mai un complimento quanto una parola dispregiativa. Quindi al di là del suo significato in un determinato contesto è da condannare sempre.
Altro discorso il riferimento al termine troia per indicare invece la puttana che per scopi personali deve arrivare al suo obiettivo. Quest’ ultima può avere un obiettivo che può variare a seconda delle esigenze, quindi si va dal semplice compenso in danaro vedi quelle presenti sui siti come escortforumit o bakecaincontrii, quelle delle mie parti infatti sono escort Savona dove il termine escort allarga ulteriormente il significato della parola puttana, fino ad arrivare a quelle puttane che hanno obiettivi sempre materiali ma non riconducibili al vil denaro.
Insomma, si può dire in conclusione che i termini di questo tipo, significato a parte, sono scorretti e dispregiativi in senso assoluto.

  (Quota)  (Replica)

Lascia un commento

* Richiesto
** Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico
Markup Controls

http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif 
 

Aggiungi un'immagine