preload
22 feb 2013  |  21 Commenti

Siamo scomodi

Circa un paio di giorni fa un provocatore hacker ha “craccato la mia email personale e il mio profilo su face book. E’ lo stesso o la stessa persona (si è firmato con lo stesso pseudonimo) che ha attaccato il gruppo degli Uomini Beta su facebook tempo addietro.

Questa volta l’attacco è stato direttamente alla mia persona.  L’autore di questo squallido gesto si è anche impegnato (o impegnata) per metterlo in atto, come mi ha spiegato il tecnico a cui mi sono rivolto per risolvere la situazione, perché da allora avevo cambiato tutte le password proprio per rendere più difficile la vita a questa gente. Ma in realtà anche questi accorgimenti servono a ben poco perché chi è esperto di queste faccende riesce comunque e in qualche modo a penetrare; deve solo impegnarsi un po’ di più.  Quindi mi devo rassegnare al fatto che continuerò a subire questo genere di attacchi.

Sia chiaro, non è successo nulla di grave, milioni e milioni di uomini nella storia, “colpevoli” di aver sostenuto le proprie idee, hanno subito vessazioni ben peggiori di questa, che è una sciocchezza, nel suo genere…

Tuttavia anche questo è un piccolo segnale, che sarebbe sbagliato sottovalutare, che ci dice che i nostri avversari non ci daranno tregua. Di una cosa possono star certi, e cioè che non gli daremo modo di riposarsi, e che dovranno continuare ad impegnarsi per provare a chiuderci la bocca.

Il tecnico informatico a cui, come dicevo, mi sono rivolto, mi ha anche detto che secondo lui l’attacco proviene da una persona che mi conosce bene e che è riuscita ad impossessarsi, in qualche modo, delle varie password. E in effetti (ma non posso provarlo) ho sospetti abbastanza fondati circa l’identità dell’autore del gesto. Rassicuro subito tutti gli amici e le amiche sul fatto che non si tratta di nessun militante o simpatizzante di Uomini Beta. In fondo, poi, conoscere o meno l’identità dell’hacker, ha scarsissima importanza. Se non fosse stato lui sarebbe stato un altro (o un’altra). Ciò che conta è l’episodio in sé. Purtroppo, temo proprio che sarà un crescendo e che in futuro dovrò aspettarmi di peggio…

Tutto ciò conferma che stiamo lavorando bene e che il nostro movimento comincia ad infastidire più d’uno/a.

Avanti tutta.

P.S.  siccome l’hacker ha craccato anche la mia email personale non posso scrivere a facebook per denunciare l’accaduto e chiedere una nuova password finchè “Libero” non mi risponde dandomi una nuova password per poter rientrare nel mio vecchio indirizzo email.  Chiederei quindi a tutti i nostri amici e amiche presenti su face book di scrivere a FB denunciando l’accaduto e il fatto che sono impossibilitato a scrivergli di persona. Sarebbe opportuno anche scrivere un breve documento sull’accaduto e diffonderlo su face book. Per ovvie ragioni, al momento, non può essere il sottoscritto a farlo, dal momento che il suo profilo è controllato dall’hacker.

Vi ringrazio fin d’ora dell’aiuto e della solidarietà.


21 Commenti

Rita 9:38 am - 22nd febbraio:

Scusate se annoio con questioni “pratiche”.
Come si scrive a Facebook? Che ho provato a cliccare su “centro assistenza” ma non succede nulla.
Altra cosa: per segnalare il Fabrizio Marchi “giusto” (visto che su facebook ce ne sono una ventina) pensavo di mettere il link, Ma avendolo bloccato non me lo fa più nemmeno vedere. Come indicarlo in maniera che individuino te?

  (Quota)  (Replica)

mauro recher 5:58 pm - 22nd febbraio:

prima ti deridono ..poi ti attaccano …poi vinci ..siamo alla fase 2 ,dopo che la fase 1 è passata tra sfigati e cessi ….speriamo che arrivi presto anche la fase 3…
Queste sono cose che non capisco, sinceramente ,se ho qualcosa contro il gruppo o il movimento o la persona stessa,tento un confronto ,non gli nego la parola o mi “sostituisco” a lui
Piena solidarietà Fabrizio

  (Quota)  (Replica)

Luigi Corvaglia 7:04 pm - 22nd febbraio:

Di certo non sappiamo chi sia e con quali intenzioni lo abbia fatto.
Ma è altrettanto sicuro che non è casuale visto l’attacco dell’altro anno al gruppo FB di Uomini Beta.
Coraggio Fabrizio, la cosa sicuramente è fastidiosa e implica una notevole perdita di tempo. Ma ci vuole ben altro per fermarti. Per fermarci…. http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif

  (Quota)  (Replica)

Rino DV 8:46 pm - 22nd febbraio:

Si cerca di sfiancare il nemico zavorrandolo,ciò nella viltà dell’anonimato.
Vai Fab!
RDV

  (Quota)  (Replica)

mauro recher 11:28 am - 23rd febbraio:

Luigi Corvaglia,

Intanto ,sempre in tema ,mi è arrivato questo commento sul mio blog che riguarda te Luigi ,sai che accetto tutto ,s vuoi puoi replicare ….
——————————————————————————
Si autodefinisce “guastatore psichico” e “anarchico in pantofole” ed è uno dei più noti intellettuali della Nouvelle Vogue libertaria italiana. Ma chi è veramente Luigi Corvaglia? Nessuno lo sa. Lo psicologo pugliese, infatti, riesce ad essere anarchico e feroce critico dell’anarchismo, psicoterapeuta ma ostile alla psicoanalisi, fautore del libero mercato e, al contempo, anti capitalista, individualista eppure socialista,
ma anche complottista e demistificatore delle teorie cospirative, libertario e filoborbonico, federalista e nemico giurato del leghismo, razionalista talebano e studioso di esoterismo, antiproibizionista e dirigente di un servizio per le tossicodipendenze. Per completare il quadro, va detto che il nostro coniuga anche la vicepresidenza di una importante organizzazione che lotta contro le sette con la collaborazione a riviste vicine alla massoneria, le conferenze sulla manipolazione mentale con la lotta contro la reintroduzione del reato di plagio. Un ossimoro vivente. É saggista, blogger, conferenziere, docente di criminologia, psicoterapeuta, perfino critico musicale e autore di narrativa. Uno così o é un pazzo o é un genio.
————————————————————————–

  (Quota)  (Replica)

Luigi Corvaglia 12:57 pm - 23rd febbraio:

mauro recher,

Tranquillo Mauro
non sono io. E’ un omonimo. Peraltro moderatamente noto. Perlomeno in zona.
Ma il commento in quale post si trova?
Ho dato un occhiata ai più recenti e non ho trovato nulla.

  (Quota)  (Replica)

mauro recher 1:24 pm - 23rd febbraio:

allora Luigi …..il commento in questione ,si dovrebbe trovare anche nella parte destra del blog ,la stessa cosa di qui ….. comunque ecco il link
http://femdominismo.wordpress.com/2011/12/02/questione-maschile/#comment-1422

  (Quota)  (Replica)

armando 2:24 pm - 23rd febbraio:

Caro Fabrizio, chiunque sia stato ha operato in modo subdolo, obliquo trasversale e sleale. L’esatto opposto della virilità, comunque siano conformati i suoi genitali. Però è anche il segno che i movimenti maschili, in questo caso UB, iniziano a dare noia perchè raccolgono un malessere diffuso in moltissimi uomini ed anche, sono convinto, un sospiro di sollievo in tutte quelle donne che non sanno darsi pace di un mondo maschile paralizzato, inetto, incapace di rispondere alle bugie, con la testa china ad omaggiare le litizzette tanto di moda.
Quindi avanti senza ripensamenti. Alla fine la verità si fa sempre strada.
armando

  (Quota)  (Replica)

MiMi 4:58 pm - 23rd febbraio:

>Il tecnico informatico a cui, come dicevo, mi sono rivolto, mi ha anche detto che secondo lui l’attacco proviene da una persona che mi conosce bene e che è riuscita ad impossessarsi, in qualche modo, delle varie password

Ciao Fabrizio.

Dagli indizi che hai fornito, è probabile che questa persona, carpendo la tua fiducia, ti abbia fatto installare un eseguibile qualunque (un programma) che però, come un trojan horse, ne nascondeva un altro al suo interno (ossia l’installazione dell’altro che ti serviva era un pretesto per installare il programma “spione”) la cui funzione è quella di captare ciò che digiti sul tu computer.

Ad es., se tu hai chiesto all’hacker (a tua insaputa), che ne so, Excel (un prog a caso, potrebbe essere qualsiasi altro prog), lui ha potuto creare un nuovo eguibile che installa sì excel, ma anche il trojan horse.

Ecco perchè cambiare le password non serve a nulla.
Bisogna eliminare il trojan, ed è anche possibile che l’antivirus non lo rilevi.

L’unica soluzione è installare nuovamente il S.O, cercando di non installare il prog che ha inserito il trojan.

L’altra, se lo usi dal lavoro, se qualcuno ha accesso alla tua postazione, è possibile che ti abbiano installato un software di monitoraggio remoto, che ha la stessa funzione del troian.

Ciao

  (Quota)  (Replica)

Marco Pensante 9:17 pm - 23rd febbraio:

Secondo me invece questa crucca ha usato qualche vulnerabilità di Facebook. Lo dico perché finora si è impadronita di account Facebook (Fabrizio e UB), la posta elettronica è venuta in seguito. Secondo me riesce a rubare gli account usando dei finti profili Facebook che in realtà rubano le password. Ci scommetto una palla (due no, ma una sì) che l’attacco è arrivato immediatamente dopo avere accettato una richiesta di amicizia. Quel nuovo contatto era la crucca sotto mentite spoglie, che ha poi rubato le password. Quindi occhio tutti quanti, non accettate richieste di amicizia. Peccato, sarà spiacevole ma l’alternativa è peggiore.

  (Quota)  (Replica)

Manolius 1:29 am - 1st marzo:

Infame bastarda…non serve a molto, ma suggerisco di andare su FB nel profilo di Fabrizio e insultarla a manetta. Sono sicuro che e`una ripugnante Litizzetto de noantrihttp://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif

  (Quota)  (Replica)

Leonardo 12:59 pm - 3rd marzo:

@ Fabrizio Marchi
Mi è arrivata una tua nuova (perché già l’avevamo) richiesta di amicizia su Facebook, non vorrei aver fatto una fesseria accentandola…

  (Quota)  (Replica)

Fabrizio Marchi 2:17 pm - 3rd marzo:

No, tranquillo Leonardo, sono io che te l’ho inviata, è tutto a posto…http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif

  (Quota)  (Replica)

Leonardo 5:02 pm - 3rd marzo:

ok

  (Quota)  (Replica)

Luigi Corvaglia 1:37 pm - 4th marzo:

Ci è pervenuto il seguente commento, a nome Weibliche Rebel, indirizzato molto opportunamente dal sistema come spam:
……………………………………….
Leonardo ,#comment-38071,

QUESTO TESTO italiano grazie una non amica complice per saluto d’oltralpe e Testimonianza Che Il Nostro Movimento E vivo e forte.
Uominibeta.org e Una vergogna nazista e la combattiamo.

einen herzlichen Gruss an euch Alle
……………………………………….
E’ evidente che si tratta della stessa mano che ha manomesso prima il vecchio gruppo facebook di UB e recentemente il profilo di Fabrizio.
Per ovvia precauzione ne ho estratto solo il testo inserendolo in questo commento.
Ovviamente, insieme al commento abbiamo un indirizzo di posta che sembrerebbe inglese.
Dico “sembrerebbe” giacché da una sommaria ricerca dell’IP il messaggio sembra sia stato spedito dalla stessa Roma. Per essere più precisi vicino alla Chiesa di Santa Rita da Cascia alle Vergini (nei pressi di via dell’Umiltà).
Come che sia, una denuncia è stata fatta. E questo messaggio sarà portato a conoscenza a chi di dovere.

  (Quota)  (Replica)

mauro recher 4:56 pm - 4th marzo:

Ci sarebbe poco da scherzare ma ,da adesso, potrebbe essere questo il nostro nuovo saluto ..(protagonista “Enrico la talpa” )
potrebbe essere un idea
Ma questa o questo qui ,non ha mai letto una pagina di un gruppo femminista? Se vuole gli mando io qualche link

  (Quota)  (Replica)

Damien 10:38 pm - 7th marzo:

Nein! NEIN und Nein! voi pikkoli maskietten non folere kapiren!

HEIL VAGINA! nein HEIL FABRIZIO!

HEIL VAGINA!

(..che i miei sarcastici interventi fossero premonitori non me lo sarei mai aspettato..) http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif

  (Quota)  (Replica)

Damien 2:56 pm - 9th marzo:

ah ah AAAAH! e per continuaren! visto che molti di foi non folere più sposare per difentare skiaven di vagina! andare prostituten? NEIN! noi afere fatto leggi che tutela mignotten e punire foi e fostro pikkolo fratellino! ahah!

ora..Foi pikkoli maskietten masturbare su internet und non andare in più a mignotten? come foi osare?

Keine problema! noi afere pensaten anche a questen!! ah ah!

Tra poco noi krande nazifemministen impedire foi pikkoli maskietten di masturbaren anche su internet! ah ah!

Kosi foi afere solo due opzionen! sposaren und difenire skiafi di vagina, oppure emigraren! ma atventi! nostra legge trofare voi anche a estero! in TUTTA E.U.!

HEIL VAGINA!!!

  (Quota)  (Replica)

Pappagallus Indignatus 7:30 pm - 9th maggio:

Damien, sei er mejo…Heil Vagina! Me fai spanza`…sai che ficata se qualcuno si inventa una striscia alla Bonvi? Le Sturmvaginen…http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gifhttp://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gifhttp://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif

  (Quota)  (Replica)

giovanni carducci 5:51 am - 14th agosto:

detto fatto dalla mia modesta mano!
Damien,

  (Quota)  (Replica)

Pappagallus albus 12:39 pm - 14th agosto:

  (Quota)  (Replica)

Lascia un commento

* Richiesto
** Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico
Markup Controls

http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif 
 

Aggiungi un'immagine