preload
13 nov 2016  |  9 Commenti

Il divorzio

Risultati immagini per divorzio immagini

So bene che anche qui sto sfidando i dogmi di una pretesa sinistra che sinistra non e`piu`, ma io sono tendenzialmente contro il divorzio.

Non in senso assoluto:  come l`aborto, esso e` concettualmente una conquista di civilta`.

Concettualmente; all`atto pratico, e nella societa` turbocapitalista, esso e` solo uno strumento di lotta politica femminista, anche abbastanza squallido, se vogliamo.

E poiche` viene richiesto nella stragrande maggioranza dalle donne, e poiche ` quasi mai per reali e circostanziati motivi, tipo una reale violenza in famiglia, (cercatevele voi le fonti), e poiche` nella stragrande maggioranza dei casi le accuse di violenza che accompagnano le pratiche di divorzio sono del tutto false e create all`uopo, io sono contro il divorzio. Punto.

Niente altro che un metodo, l`ennesimo, per castrare miliardi di maschi occidentali e renderli ancor piu` schiavi; non solo dei padroni, quindi.

Per evitare che i maschi, per la maggior parte proletari, cioe` lavoratori senza riserve reali,  si ribellino, come dicevo altrove.

E se si ribellano i maschi proletari poi prima o poi potrebbero superare le rivendicazioni sindacali e averne di politiche. Potrebbero non accontentarsi di volere duecento euro in piu` in busta paga: potrebbero voler comandare, e relegare il padronato ad appendice della societa`.

Una volta la definivano in un modo politicamente scorrettissimo`sta cosa: Dittatura del Proletariato…addirittura. Che parolaccia.

Il femminismo si e` ben piegato, e sempre, a questo suo ruolo di coadiutore del  padronato.

Si spaccia per rivoluzionario, ma non lo e` e non lo sara` mai; soprattutto, non puo` esserlo.

Dimostrazioni? A parte quanto ho gia` scritto altrove e che potete cercarvi, vi do una dimostrazione che da sola vale per tutte, ed e` un nome: Hillary Rodham Clinton. Volete altro?

E, perdonatemi la boutade, ringrazio Lenin nell`alto dei cieli che al posto suo abbia vinto il buffone arancione, il Berlusca americano, coso, li`…Trump.

Gia` il fatto che tutte le sinistre mondiali considerassero essere la Clinton il meno peggio di due mali, o addirittura la salvezza, la dice lunga di come sia messa la sinistra a livello mondiale.

E` ormai solo una sinistra liberale, una sinistra solo ed assolutamente ed esclusivamente dei padroni.

Che usa aborto, divorzio e femminismo come armi anti proletarie.

 

Sempre grazie alla sua capacita` proteiforme di assorbire cose antitetiche e usarle a proprio favore.

 

Dico solo a tutti i compagni e alle compagne che prima vi sbrigate a buttare nella pattumiera tutte le vecchie parole d`ordine e i vecchi dogmi, e meglio sara` per tutti.

Altrimenti vinceranno come al solito i padroni e le padrone – e con loro  le loro nuove barboncine da guardia rosa, che ultimamente sembrano piu` efficaci dei sempre pronti e mai dimenticati cani da guardia neri. Cani neri ai quali le barboncine  rosa spesso danno la mano e non solo la mano.

Vedi quanto accaduto alla casa dei sindacati di Odessa qualche anno fa, all`inizio di un Maggio mai abbastanza esecrando

Ultima nota: mi limito a fare notare in chiusa che in una societa` realmente socialista aborto e divorzio avrebbero tutto un altro senso.

Li` sarebbero probabilmente e davvero due istituzioni da tutelare, non abusive ed abusate.

E femministizzate. E reazionarie.

Come oggi in occidente.

Ma mi rendo conto di parlare di cose troppo avanzate.

La smetto qui.

Meditate, compagni, nel frattempo.

 

 

 

 

 

 

 


9 Commenti

Claudio Manzari 7:25 pm - 14th novembre:

…Naturalmente sottoscrivo concetto per concetto; personalmente, ci ero arrivato “da un’altra parte” (per intenderci: da quella di Luigi Iannone e Marcello Veneziani, di Roger Scruton ed Ernst Nolte, di Alain De Benoist e di Éric Zemmour …), ma la convergenza era ineluttabile e auspicata.
Manovra a tenaglia per stritolare la nuova razza padrona, dunque!

  (Quota)  (Replica)

armando 2:02 pm - 15th novembre:

Io farei più attenzione, però. Dire che “concettualmente l’aborto è una conquista di civiltà”, mi trova in disaccordo profondo. Semmai si potrebbe dire che la depenalizzazione dell’aborto è una conquista di civiltà, purchè ne siano chiariti e delimitati i casi. L’aborto è soppressione di una vita umana, su questo non credo nessuno possa avanzare dubbi, a meno che si dica che un feto non è una vita umana, che sarebbe affermazione priva di qualsiasi senso scientifico. Ma, si dice, una vita umana non è “ancora” una persona umana. Mbè? dove sta la differenza se non in una convenzione giuridica? Quella per la quale è consentito abortire nelle prime settimane ma non oltre? Cosa cambia fra tre o sei mesi? Nulla di eclatante, perchè il feto si sviluppa in un continuum. Quando la legge si affida a limiti per “convenzioni” il terreno è molto scivoloso, e si finisce per spostare sempre in avanti quei limiti. in USA, durante la presidenza Clinton, poi interrotta da Bush e ripresa infine da Obama, è in uso come tecnica ammessa, il così detto “aborto a nascita parziale” praticabile fino a pochissimo tempo prima della nascita.basta documentarsi su internet per capire che si tratta ,in realtà, di una pratica terribile, davvero inumana nelle modalità e nello scopo. Vedere per credere! Mi e vi chiedo: come è possibile parlare di difesa dei più deboli e indifesi quando si ammettono cose simili, dal momento che più debole e indifeso di un piccolo essere umano nel ventre materno non può esserci nulla? E come è possibile parlare di “diritti” quando si nega il diritto primario, che è quello di vivere? Quì non si tratta di uomini e donne contrapposti,non di diritti e doveri dell’uno o dell’altro, che beninteso esistono e che si fa benissimo a sottoporre ad esame critico, come anch’io faccio da vent’anni, ma di una visione antropologica che ci coinvolge ugualmente tutti, e che contrappone due modi d’essere di una civiltà, quale che sia il governo e il modo di produzione.

  (Quota)  (Replica)

Claudio Manzari 7:30 pm - 15th novembre:

armando,

…Puntualizzazione sacrosanta, Armando; penso che Rutilius, parlando di istituto da tutelare e non da abusare, alludesse esclusivamente ai (rarissimi) casi in cui il prosieguo della gravidanza metta a rischio la vita della gestante.
Manco a parlarne, invece, per i (rarissimi) casi di stupro, poiché è aberrante che si pretenda di “lenire” un crimine commettendone un altro infinitamente più atroce.
Semplicemente, è da cancellare la menzogna femminista secondo cui il feto sarebbe “portio mulieris”, perché è scientificamente acclarato che, invece, è un distinto organismo con autonomo corredo cromosomico. Quindi, non è neanche in questione il consenso paterno (oggi irrilevante), perché due consensi valgono zero rispetto al diritto alla vita.
Infine, quanto al divorzio, credo siamo tutti d’accordo: 1) i desiderata degli adulti vengono moooooooolto dopo della tutela dell’equilibrio dei figli: quindi, poche balle, si stringono i denti e si serba un contegno decoroso in famiglia finché i figli non escono di casa; 2) giunto quel momento: chi rompe paga e i cocci sono suoi; tradotto: si fa la sua valigetta e se ne esce di casa portandosi via esclusivamente gli effetti personali.

  (Quota)  (Replica)

Claudio Manzari 12:13 pm - 11th dicembre:

…Ecco, se ce ne fosse ancora bisogno, l’ennesima riconferma: http://www.thepublicdiscourse.com/2016/11/17914/.
DUE AUTORI UOMINI, verso la metà della loro schizofrenia animalista:

…they opt for the familiar pro-choice/feminist view that pregnancy constitutes an affirmative burden or imposition on a woman. As they put it, pregnancy is “reproductive servitude” analogous to that of dairy cows or laying hens. Predictably, that definition leads them to conclude that, regardless of a woman’s reasons to abort, “abortion is always necessary to vindicate a woman’s interest in ridding herself of an unwanted pregnancy,” to protect “women’s bodily integrity.

e cioè: “optano per il punto di vista femminista pro-choice – che la gravidanza costituisce un onere affermativo o un’imposizione alla donna. Per come la mettono, la gravidanza è ‘schiavitù riproduttiva’ analoga a quella delle vacche da latte o delle galline ovaiole. Com’era prevedibile, tale definizione li porta a concludere che, a prescindere dalle ragioni di una donna per abortire, ‘l’aborto è sempre necessario per rivendicare l’interesse di una donna a liberare se stessa da una gravidanza indesiderata’, proteggere ‘l’integrità fisica delle donne’.”
Quindi anche questi due partono dal DOGMA (perché non si peritano di argomentare) secondo cui, fra tutti i diritti in gioco – compresi quello del feto alla vita e quello maschile alla paternità – PREVALE, senza discussioni, quello femminile alla propria libertà e all’autocrazia.
SUA MAESTA’ la donna è colei che non deve render conto delle proprie previe azioni (il coito fecondante), e non deve sottostare a nessun contemperamento di diritti.

  (Quota)  (Replica)

Claudio Manzari 12:49 pm - 22nd gennaio:

Senatrici PD presentano disegno di legge che consenta alle donne di sposare un uomo-Beta per spolparlo patrimonialmente e, nel contempo, fare sesso con un maschio-Alpha:
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-la-fedelta-non-conta-l-ultimo-attacco-al-matrimonio-18455.htm

  (Quota)  (Replica)

Claudio Manzari 10:04 pm - 15th marzo:

Trovo Alberoni piuttosto decadente, prono e adulatore di un ideale femminino completamente sganciato dalla realtà; ma probabilmente comincia a stufarsi anche lui, e così comincia ad azzeccare qualche analisi:
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/mamme-quarantenni-e-solitudine-dei-figli-unici-1374197.html
…Naturalmente al netto degli stucchevoli riferimenti a “innamoramento e amore” (sentimentalismo decadente – love is love); matrimonio e Famiglia si fondano su ben altro che effimeri stati d’animo…

  (Quota)  (Replica)

Claudio Manzari 1:33 pm - 18th marzo:

Claudio Manzari,

Se non c’è prospettiva di famiglia, è perfettamente inutile stare a disquisire di approccio fra i sessi:
https://www.notizieprovita.it/economia-e-vita/demografia-in-italia-nascite-sempre-piu-giu/
…A meno che, non si finisca per concepirlo – l’approccio – come “ginnastica sessuale”, alla maniera delle protagoniste dei film americani: un toy-boy al posto della pasticca anti-stress…

  (Quota)  (Replica)

Arturo 10:40 pm - 19th marzo:

@Claudio Manzanari

Sarò noioso(credo di esserlo)ma non ce la farei a concepire l’approccio solo come “ginnastica” sessuale.;)
Immagino di quale telefilm parli..ma loro possono permetterselo senza pagare.

Mettere al mondo figli?
Per carità…il mio patrimonio genetico deve morire con me!http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif

  (Quota)  (Replica)

Claudio Manzari 10:27 pm - 20th marzo:

Claudio Manzari,

Per porre un freno al delirio di onnipotenza femminile bisogna cominciare da qui, dal loro DIRITTO DI VITA E DI MORTE (“jus vitae ac necis”) su altri esseri biologicamente e geneticamente distinti dal loro corpo:
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-pro-life-europei-nel-mirino-ecco-la-lista-di-proscrizione-19005.htm
(ma… tenere le gambe chiuse, no?..)
Dio non perdona simili genocidi. E gli Uomini neppure.

  (Quota)  (Replica)

Lascia un commento

* Richiesto
** Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico
Markup Controls

http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif 
http://www.uominibeta.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif 
 

Aggiungi un'immagine